Il Borgo sul lago : Castel San Vincenzo in Provincia di Isernia

Home >9 Borghi alto Volturno >9 Il Borgo sul lago : Castel San Vincenzo in Provincia di Isernia

Il Borgo sul lago : Castel San Vincenzo in Provincia di Isernia

Il borgo di Castel San Vincenzo (IS) che con il suo lago (costruito negli anni cinquanta per alimentare alcune centrali a cascata) è costituito da 566 abitanti ed ha una superficie di 22 Kmq, dista…

I SERVIZI UTILI :

  • Farmacia 2, P. Umberto I – 86071 Castel San Vincenzo (IS) tel: 0865 951297
  • Pronto soccorso OSPEDALE VENAFRO Via Colonia Giulia 20 – 86079 VENAFRO (IS) tel. 0865 907838
  • Guardia medica Guardia medica 0865/955385 (sede di Rocchetta a Volturno (IS))
  • CARABINIERI stazione di Castel San Vincenzo 0865/951132
  • DISTANZE CHILOMETRICHE:
  • CAMPOBASSO 77 –  ISERNIA 25  –   ROMA 188 –  NAPOLI 116  –   PESCA 142

Il borgo di Castel San Vincenzo (IS) che con il suo lago (costruito negli anni cinquanta per alimentare alcune centrali a cascata) è costituito da 566 abitanti ed ha una superficie di 22 Kmq, dista dalla provincia di Isernia di circa 27 Km ed è posizionata a 749 metri s.l.m. . Il territorio, nei periodi estivi, viene visitato da tantissimi turisti che intendono passare una o più giornata all’aperto per godersi il meraviglioso scenario delle Mainarde. Il paese è composto di due distinti nuclei abitati, Castellone e San Vincenzo. Le case sono arroccate su una cima e si specchiano sul lago, molti dei fabbricati hanno conservato intatte le loro caratteristiche medievali. Testimonianza è una splendida porta ad arco “Ugnale” che fa da ingresso al paese e alla chiesa parrocchiale.
La chiesa parrocchiale, detta anche chiesa madre, costruita a tre navate come tutte le chiese importanti dei paesi dell’alta valle del Volturno conserva al suo interno importanti e interessanti arredi settecenteschi. Molti sono quelli che a piedi raggiungono Monte Mare a quota 2124 m sul livello del mare. Il fiore all’occhiello di questo paese è l’Abazia di San Vincenzo ormai conosciuta in tutto il Mondo per la sua storia. Il Chronicon Vulturnense scritto dal monaco Giovanni, intorno al 1130, ha lasciato testimonianze certe della vita e della cultura dell’Abazia di San Vincenzo al Volturno. Dopo tantissimi anni l’abazia ritorna a essere occupata da alcune suore Americane che mantengono intatto il patrimonio di tutto il territorio dell’Abazia.
Dalla montagna Spaccata è possibile ammirare una cappella dedicata a San Michele (vedi foto). Come gran parte dei paesi dell’alta valle del Volturno anche Castel San Vincenzo ha radici Sannitiche, testimonianza della presenza dei Sanniti sono gli scavi dell’abazia di San Vincenzo al Volturno. Le radici storiche di questo paese nascono alla fine dell’ottocento, anni in cui viene costruita l’Abazia, per proseguire quasi in simbiosi con le vicissitudini dell’abazia fino al 1400 quando i Pandone ne presero possesso.
Arricchisce il territorio di Castel San Vincenzo la frazione Cartiera che si trova al di sotto del paese, più precisamente proprio a ridosso di Castellone. Questa frazione molti anni fa era abitata da pochi nuclei familiari, ma con il passare del tempo è cresciuta sotto l’aspetto geografico e commercialmente. Infatti, troviamo su questa parte del territorio, alcuni servizi importanti come un’officina meccanica, un oleificio , una rivendita all’ ingrosso di materiale da costruzione, una officina per carrozzerie e altre attività artigianali. Una cartiera che prende il nome dal suo fondatore Bernardo, ormai abbandonata, era il fiore all’occhiello di questo piccolo borgo nei primi anni del 1900. La borgata Cartiera festeggia in una splendida chiesa, arroccata a nord delle abitazioni, il due di luglio di ogni anno la Madonna delle Grazie, dove fino a pochi decenni fa una grande fiera chiamava, per la vendita e gli scambi degli animali, numerosissime persone provenienti da tutta l’alta valle del Volturno e dintorni.

LE FESTE 

  • San Vincenzo Martire: viene festeggiato il 23 gennaio di ogni anno nella chiesa di San Martino.
  • San Marco: viene festeggiato il giorno 25 aprile di ogni anno con le funzioni religiose nella chiesa di San Filippo Neri
  • San Michele Arcangelo: il giorno 8 magio di ogni anno presso la chiesa di San Martino, situata al centro del paese, parte una lunga processione dal paese fino ad arrivare nei pressi del l’Eremo di San Michele, situato alle pendici delle Mainarde. Dopo la cerimonia religiosa i fedeli consumano sotto i secolari faggi del posto un lungo pranzo insieme ad amici e parenti.
  • Madonna delle Grazie: il 2 luglio di ogni anno nella cappella di “monte Portella” situata a nord della frazione Cartiera vengono svolte le funzioni religiose con la processione che raggiunge il centro abitato. Sul tratto del vecchio sito della cartiera viene svolta una grande fiera visitata da tutti i residenti dell’alta valle del Volturno.
  • San Domenico e Santo Stefano: Il 3 e 4 agosto di ogni hanno nella chiesa di Santo Stefano vengono celebrate le funzioni in onorare dei due Santi. In questo periodo viene organizzato, lungo tutto il percorso del borgo antico, il mercatino di Santo Stefano.
  • Madonna dell’Assunto e San Rocco: Nei giorni 15 e sedici agosto vengono celebrati i riti religiosi dei due santi , rispettivamente presso la chiesta di San Martino e Santo Stefano. Nei due giorni di feste, il comitato di turno organizza manifestazioni popolari che coinvolgono gran parte dei residenti. Non manca a sera la rituale manifestazione cantora con musiche e balli in piazza.
  • San Martino: Il giorno 1 novembre di ogni anno vengono celebrati i riti religiosi a favore del Santo Patrono del paese nella chiesa del santo.

Madonna della Neve: I cittadini di Castel San Vincenzo chiudono le feste religiose il giorno 21 novembre con la celebrazione della SS Messa a favore del Santo nella chiesa di Santo Stefano.

COME ARRIVARE : 

In auto:

  • Da Pescara: Via autostrada fino a Pratola Peligna -Sulmona – Roccaraso – Castel di Sangro – continuare per Alfedena (AQ) fino a Castel San Vincenzo.
  • OPPURE: Dopo Castel di Sangro continuare fino a “Ponte Zittola” girare a sinistra per Rionero Sannitico proseguire per Napoli Roma fino ad arrivare all’ uscita per Cerro al Volturno/ Rocchetta a Volturno per poi proseguire per Castel San Vincenzo.
  • Da Napoli: Autostrada A2 – uscita per Caianello (CE) – SS. 85 – Venafro – uscita bivio Roccaravindola – SS.158 – uscita per Cerro al Volturno/Rocchetta a Volturno per poi proseguire fino a Castel San Vincenzo Km 3,0.
  • Da Roma: Autostrada A2 – uscita per San Vittore -Venafro – Uscita bivio Roccaravindola – SS.158- uscita per Cerro al Volturno/ Rocchetta a Volturno per poi proseguire fino a Castel San Vincenzo – Km 3,0.
  • Da Campobasso: strada SS.87 fino a uscita Isernia sud per Colli al Volturno SS.627 – SS.158 – uscita per Cerro al Volturno/Rocchetta a Volturno e proseguire fino a Castel San Vincenzo Km 3,0.

In treno: Da tutte le direzioni fino alla stazione di Venafro/Isernia poi prendere i pulmans per Castel San Vincenzo.

In aereo: Gli aeroporti più vicini sono quelli di:

  • Napoli
  • Roma Fiumicino
  • Roma Ciampino
  • Pescara

IN PULMAN

 

Dove Mangiare               Dove Dormire                 Dove Andare

 

Se vuoi aggiungere o segnalare altri contenuti SCRIVICI

 

Guarda anche:

Incontro di calcio Castel San Vincenzo – Cerro al Volturno anno 1989

Video Le Volturniadi 2013 a Castel San Vincenzo

Le Volturniadi 2013 nel belvedere del borgo di Castel San Vincenzo

Sofia
Author: Sofia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.